bjork, testi canzoni, lyrics, musica, testi di canzoni, canzoni straniere, pop, rock, singers, cantanti, cd


 


BIOGRAFIA


Nei sobborghi di Manchester vivono due ragazzi turbolenti ed irrequieti, Liam e Noel Gallagher. La loro infanzia è scandita dalla violenza del padre alcolista e dal difficile universo del quartiere. Entrambi sognano la gloria, la fama, ma devono confrontarsi con la droga e i problemi scolastici. Noel (il maggiore dei due) ha una chitarra e suona i suoi pezzi preferiti in camera sua, Liam ha una bella voce ma pensa solo alle ragazze e al calcio. Dopo un concerto degli Stone Roses il piccolo Gallagher apre gli occhi e si innamora della musica. Decide di entrare in una band, i Rain. Le cose però non vanno come dovrebbero andare. Liam chiede quindi a Noel di entrare nel gruppo. Noel accetta a condizione che sia lui a scrivere i testi e la musica. Nascono così gli Oasis.

La band è composta dai due fratelli e da altri tre amici: Paul "Bonehead" Arthurs (chitarra), Paul "Guigsy" McGuigan (basso) e Tony McCarroll (batteria). I primi tempi sono durissimi. I ragazzi si esibiscono nei dintorni di Manchester, a volte davanti a un gruppo di venti persone al massimo e a volte senza nemmeno un'anima ad assistere. I cinque però non demordono e continuano a suonare nella speranza di diventare icone del rock'n'roll.
Nella mente dei Gallagher c'è un sogno e va raggiunto. Il boss della Creation (Alan McGee) una sera li nota a Glasgow e dopo lo show viene rimbambito da Noel che riesce a strappargli un contratto (festeggiato con una sbronza al pub). È l'inizio del mito.

Nel 1994 esce "Definitely Maybe" acclamato da critica e pubblico. La band fa breccia con "Supersonic" e "Live Forever" inserendosi nell'olimpo del rock. Nello stesso tempo comincia la girandola dei cambi (culminata nel 2000 con l'uscita di scena di Arthurs e McGuigan): Tony McCarroll viene cacciato dal gruppo e al suo posto arriva Alan White, decisamente più dotato e meno "stronzo".
Il successo non si spegne. Nel 1995 arriva "(What's The Story) Morning Glory ?" che vende milioni di copie in tutto il mondo (battendo i Blur, i rivali di sempre secondo i giornali). Fiumi di persone si recano ai vari concerti tenuti dal gruppo: Glastonbury, Earls Court, NYNEX Arena e Maine Road (la casa del Man City, squadra del cuore di Liam e Noel) sono solo alcune tra le migliori performance live dei ragazzacci.

Gli Oasis sono di fatto la miglior band del mondo. Il terzo album, "Be Here Now", esce nel 1997 e spegne definitivamente le voci di un possibile scioglimento dovuto agli attriti fra i due fratelli. La critica non lo accoglie a braccia aperte (troppo pieno, psichedelico), cosa che fa comunque il pubblico.
Dopo diversi tour e copie vendute gli Oasis si prendono una pausa artistica, interrotta solo dall'uscita di "The Masterplan", un'eccezionale raccolta di b-sides. La pausa dura fino al 2000, anno in cui esce "Standing On The Shoulder of Giants", potente e psichedelico album che a tratti richiama i Beatles di "Dear Prudence". Come detto in precedenza Guigsy e Bonehead lasciano il gruppo e vengono sostituiti da Andy Bell e Gem Archer, di gran lunga più intraprendenti e bravi dei loro predecessori.

Il tour che segue il disco tocca tutti i punti del pianeta, dagli Stati Uniti al Giappone, passando per Milano e Londra (da cui sono estratti i brani di "Familiar To Millions"). Il primo luglio del 2002 esce l'attesissimo "Heathen Chemistry" preceduto dai singoli "The Hindu Times" e "Stop Crying Your Heart Out". La band è più unita ed esperta rispetto a prima e gode di una tranquillità incredibile. Liam e Noel sono maturati al punto che non si punzecchiano quasi più. La novità di quest'ultima fatica dei fab5 è la collaborazione. Accanto alle canzoni di Noel trovano spazio i pezzi di Gem, Andy e soprattutto Liam, che con "Born On A Different Cloud" si candida decisamente a diventare il miglior songwriter del Regno Unito. BELIEVE, BELIEF, BEYOND...

 


http://utenti.lycos.it/allaroundoasis/home.htm




 






Nota: Le foto presenti su MusicalStore.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail webmaster@musicalstore.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.